MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro
image

MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro. 

Per la prima volta la manifestazione si è svolta all’interno di MIBA-Milan international Building Alliance, l’evento che ha registrato la presenza di più di 80.000 operatori da 111 Paesi. Grande soddisfazione per MADE expo, che si conferma fiera leader del settore 

Leggi il comunicato stampa
image

MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro. 

Per la prima volta la manifestazione si è svolta all’interno di MIBA-Milan international Building Alliance, l’evento che ha registrato la presenza di più di 80.000 operatori da 111 Paesi. Grande soddisfazione per MADE expo, che si conferma fiera leader del settore 

Leggi il comunicato stampa

In evidenza
MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro
image
Per la prima volta la manifestazione si è svolta all’interno di MIBA-Milan international Building Alliance, l’evento che ha registrato la presenza di più di 80.000 operatori da 111 Paesi. Grande soddisfazione per MADE expo, che si conferma fiera leader del settore

Partnership di valore e più di 100 tra convegni, workshop e lectio magistralis hanno fornito alla building community strumenti e spunti per creare sinergie e fare sistema.

Cresce l’apprezzamento internazionale: operatori professionali in visita da 111 Paesi, ma anche più di 400 hosted buyer altamente profilati, selezionati in collaborazione con ITA-ICE Agenzia per le quattro fiere MIBA

Suggestioni urbane: Carlo Ratti, Winy Maas e Patricia Viel, archistar internazionali, sono intervenuti con le loro lectio magistralis e hanno illuminato MADE Expo con la loro visione sostenibile del futuro.

Milano, 28 novembre 2023. Una sinergia tra settori affini e complementari che si è dimostrata strategica e vincente. Oltre 80.000 operatori professionali presenti a Fiera Milano, è questo il risultato della prima edizione di MIBA-Milan International Building Alliance, format nato dall’unione sinergica di quattro fiere - GEE-Global Elevator Exhibition, MADE expo, SBE-SMART BUILDING EXPO e SICUREZZA - focalizzate sull'evoluzione sostenibile e smart degli edifici e delle città, capace di offrire una visione integrata e innovativa delle soluzioni per affrontare la transizione energetica ed emergendo come nuovo punto di riferimento internazionale per i rispettivi settori rappresentati.

In questo scenario si è inserita l’edizione 2023 di MADE expo, in scena a Fiera Milano, Rho dal 15 al 18 novembre scorsi, con una offerta i cui driver sono stati innovazione, sostenibilità, tecnologia, design e comfort abitativo.

Quattro giorni e quattro padiglioni per un unico palcoscenico interamente dedicato ai topic del comparto e, in particolare, alla progettazione e alla realizzazione di edifici sostenibili, energeticamente efficienti, digitali e tecnologicamente integrati.

Con 701 aziende da 29 Paesi distribuite nei due saloni Costruzioni e Involucro, MADE expo si è confermata vetrina ideale dove fare spazio a nuovi processi, nuovi sistemi e nuovi materiali in grado di supportare il mondo dei professionisti nel fondamentale processo di trasformazione dell'ambiente costruito.

Il Salone Costruzioni ha presentato le eccellenze dell'offerta italiana e internazionale, accompagnate da diverse aree speciali sviluppate in collaborazione con importanti partner della manifestazione. Una rassegna completa e diversificata su prodotti e soluzioni per costruire, ammodernare e riqualificare: software e tecnologie per la progettazione; Building Information Modeling (BIM); prodotti chimici; sistemi costruttivi; soluzioni antisismiche; attrezzature per la sicurezza e il cantiere; proposte per il miglioramento dell'efficienza energetica; isolamento termico e comfort; materiali e finiture per l'architettura d'interni; soluzioni per l'integrazione tra edificio e impianto.

In mostra, tra gli stand del Salone Involucro, prodotti e soluzioni in grado di sintetizzare design, efficienza energetica, sicurezza e comfort, rispondendo prontamente alle sfide climatiche e alle esigenze progettuali e costruttive. Promozione e valorizzazione, dunque di serramenti, finestre e porte; facciate e coperture; componenti e accessori; macchine per la produzione di serramenti, vetro; chiusure e soluzioni per l’oscuramento e l’automazione, outdoor, protezioni solari e anti-insetto.

In entrambi i saloni si è visto il futuro, grazie alle molteplici proposte che concorrono a rivedere in chiave moderna e innovativa ogni fase del costruito. A partire dai materiali all’avanguardia e dai nuovi processi di produzione a bassa emissione di carbonio, tutto punta alla sostenibilità, ma anche all’impatto visivo: intonaco a base di canapa, per rivoluzionare le finiture, unendo tutela ambientale e performance; rivestimenti e pavimenti in legno riciclato, a testimoniare l'impegno verso la circular-economy; vetro, in versione curva e termoconduttore, per finestre e vetrate riscaldanti, volto a ridefinire la prospettiva delle superfici, offrendo estetica e prestazioni avanzate. Anche l’involucro acquisisce nuovi aspetti e funzioni integrate: i serramenti illuminati diventano una soluzione di security per l’abitazione, trasformando le finestre in una fonte d’illuminazione notturna; le porte a levitazione magnetica sfidano la gravità dando la possibilità di movimento con un semplice tocco del dito; le porte in acciaio e vetro trasparente, dotate di sistemi unici e innovativi, garantiscono prestazioni di isolamento termico eccellenti, anti-effrazione, anti-proiettile e anti-deflagrazione; la zanzariera motorizzata con apertura a riconoscimento facciale è la soluzione high-tech per un comfort senza compromessi, che unisce sicurezza e praticità.

L’obiettivo di MADE expo - fare squadra per fare sistema, valorizzando le sinergie di filiera e di contenuto - è stato dunque raggiunto. Connessioni strategiche che si sono sviluppate anche grazie al ricco palinsesto di eventi.

Gli oltre 100 appuntamenti in programma, partecipati e dinamici, si sono rivelati occasione unica per aggiornarsi e dialogare sul futuro del settore.

Grande interesse per il ciclo di convegni The Place to Build, un viaggio attraverso la transizione energetica nell’edilizia, che ha affrontato i temi di economia circolare e sostenibilità applicata alla gestione delle città e del territorio, oltre a presentare osservatori sui cambiamenti in atto: dal settore immobiliare fino alla necessaria evoluzione delle professioni di fronte agli scenari di trasformazione che affronteremo nel prossimo futuro. Tra i diversi appuntamenti del ciclo, la 9° Conferenza Nazionale Passivhaus, che ha confermato la centralità del tema della riqualificazione energetica e le riflessioni sulle modalità per governare questo importante momento di passaggio, che hanno visto, tra gli altri, gli interventi di Pietro Baratono, Rappresentante MIMS, sulle opportunità legate al PNRR.

Regeneration Real Estate, con tre incontri sulla trasformazione delle città, ha dato vita ad una riflessione sul tema dell’inclusione sociale; il ciclo UNBUILT, dedicato al mondo dell’architettura internazionale, ha invece emozionato il pubblico con la presentazione di opere che non hanno avuto la fortuna di essere realizzate, ma che hanno influenzato l’immaginazione dei progetti futuri.

Centinaia di giovani si sono poi ritrovati nell’Area Millenials per raccontare i risultati della collaborazione con sette aziende espositrici di MADE expo e ricevere il premio del miglior progetto Design for Circularity, organizzato in collaborazione con la Scuola di Architettura, Urbanistica ed Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano.

Nello stesso spazio si è tenuto Relive 2023. UrbE-Scape, workshop curato da SITdA (Società italiana della Tecnologia dell’Architettura), che ha visto i dottorandi di Architettura dialogare con le istituzioni per la proposta di rigenerazione di uno spazio pubblico del Comune di Corsico.

Costruttori e imprese, architetti e progettisti, rivenditori e distributori hanno apprezzato l’offerta – promossa in collaborazione con le associazioni partner e costituita da percorsi formativi, convegni e installazioni, workshop, spazi B2B e laboratori – cogliendo stimoli e occasioni per ampliare prospettive e aree di applicazione del proprio business, attivare relazioni di qualità e tenersi aggiornati sui temi più attuali. 

Durante FEL – il Festival dell’Edilizia Leggera, che per la prima volta si è tenuto all’interno di Made expo, nel padiglione Costruzioni -non sono mancati intrattenimento, musica, colore e aree dimostrative: un format che ha coniugato i prodotti dei tanti espositori presenti con le tecniche di posa e l’utilizzo di materiali.

La presenza di figure autorevoli come Patricia Viel e Carlo Ratti e Winy Maas, i due ambassador di MADE expo, ha inoltre conferito alla manifestazione prestigio e prospettiva, assicurando approfondimenti sui trend emergenti, sul ruolo trasformativo delle tecnologie digitali nelle città del domani, arricchendo il dialogo sulla costruzione di comunità urbane sempre più moderne e sostenibili.

Positivo anche il feedback ricevuto dai buyer stranieri, che conferma la crescente rilevanza internazionale dell'evento. Un successo che è il risultato della rinnovata collaborazione con ITA-ICE Agenzia, che ha permesso di portare in fiera, in aggiunta agli operatori esteri arrivati da 111 Paesi, più di 400 hosted buyer selezionati per alto profilo e capacità di spesa per le quattro fiere MIBA.

MADE expo è stata anche l’occasione per assegnare gli awards dell’edilizia: 9 i vincitori della seconda edizione del premio, promosso per valorizzare la conoscenza e l'eccellenza di prodotti, processi e servizi presentati dagli espositori. I premi sono stati attribuiti da una giuria tecnica e dai follower che seguono la manifestazione sui canali social.

Per il Salone Costruzioni i vincitori sono: 

Digi Corp - Pordenone - categoria progettazione, BIM, software e servizi. Ecosism - Battaglia Terme (PD) - categoria strutture e sistemi costruttivi. Coprimuro - Coriano (RN) - categoria riqualificazione energetica, isolamento e confort, integrazione edificio impianto.

Cover App - Verona - categoria rivestimenti e finiture per interni ed esterni.

Per il Salone Involucro i vincitori sono: 

Pilkington - Venezia - categoria involucro, facciate e coperture, vetro.

Giovanardi - Villimpenta (Mn) - categoria outdoor, schermature solari e anti-insetto.

Eku Sistemi - Segrate (Mi) - categoria serramenti, finestre e porte; chiusure, oscuramenti, automazioni.

Cipierre - Tivoli Terme (RM) - categoria componenti, accessori e ferramenta.

Il premio startup è stato assegnato a Snaptech - L’Aquila.

MADE expo dà appuntamento a Fiera Milano nel 2025, dal 19 al 22 novembre, sempre all’interno di MIBA-Milan International Building Alliance, che conferma il suo format.