FEL e ME insieme per il settore del colore
image

MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro. 

Per la prima volta la manifestazione si è svolta all’interno di MIBA-Milan international Building Alliance, l’evento che ha registrato la presenza di più di 80.000 operatori da 111 Paesi. Grande soddisfazione per MADE expo, che si conferma fiera leader del settore 

Leggi il comunicato stampa
image

MADE expo 2023: sinergie di sistema, connessioni e visioni di futuro. 

Per la prima volta la manifestazione si è svolta all’interno di MIBA-Milan international Building Alliance, l’evento che ha registrato la presenza di più di 80.000 operatori da 111 Paesi. Grande soddisfazione per MADE expo, che si conferma fiera leader del settore 

Leggi il comunicato stampa

FEL e ME insieme per il settore del colore
image
All'interno del Salone Costruzioni si svolgerà FEL, la manifestazione dedicata agli operatori dei settori pitture, colore ed edilizia leggera.

Continua il processo di rinnovamento di ME - MADE expo. Nell’ambito dell’edizione in programma dal 15 al 18 novembre 2023 si svolgerà FEL, la manifestazione dedicata agli operatori dei settori pitture, colore ed edilizia leggera.

Attraverso uno sviluppo verticale, ME si articolerà in due saloni fortemente interconnessi: Costruzioni e Involucro. La collocazione di FEL all’interno del Salone Costruzioni conferma la centralità del settore pitture e vernici e favorisce il dialogo continuo tra i principali attori del mercato professionale del colore e gli altri protagonisti del settore delle costruzioni.

 

Una collaborazione resa possibile dalla flessibilità di FEL - Festival dell’Edilizia Leggera, che negli anni ha dimostrato di potersi accostare a eventi fieristici consolidati senza perdere la propria identità e i punti di forza che lo hanno reso l’evento di riferimento del mercato professionale del colore in edilizia.

Giunta all’ottava edizione, la nuova location sottolineerà il carattere vivace e dinamico di FEL: non mancheranno le attività dimostrative e informative di alto livello, in un clima di festa. Invariato anche il format espositivo dinamico, caratterizzato da preallestiti, che permetterà ai visitatori una diretta e facile esperienza di percorso. Nell’area saranno presenti anche aree destinate esclusivamente a dimostrazioni pratiche, speech formativi e workshop che coinvolgeranno in maniera attiva i visitatori professionisti.

Fra gli obbiettivi comuni di ME-MADE expo e di FEL, c’è il coinvolgimento di rivendite di materiali edili, degli applicatori specializzati e delle imprese, attraverso una formula collaudata che accompagna l’esposizione con dimostrazioni live. I rivenditori e in particolare i colorifici, saranno i protagonisti delle iniziative organizzate all’interno degli stand dell’area FEL, tutte dedicate ad una visitazione altamente professionale.

Andrea Zanardi, Project Manager del Festival racconta il percorso che ha portato a tale scelta:

“Dopo l’edizione torinese che ha sancito un sorprendente successo nonostante il turbolento periodo che il mercato stava affrontando alla fine del 2021 (i cantieri in sovraccarico per le dinamiche dovute alle agevolazioni fiscali e gli echi di un ritorno delle limitazioni dovute alla pandemia Covid), si è resa necessaria un’attenta analisi del progetto FEL anche sondando l’opinione degli espositori. Mai come nel 2022 abbiamo ricevuto richieste di informazioni sulla prossima edizione del festival, e abbiamo per questo intuito che la macchina organizzativa di FEL andava riavviata e consolidata scegliendo partner e location in grado non solo di rispondere a tali esigenze, ma che offrissero all’organizzazione prospettive progettuali valide anche per il futuro. La sinergia con ME – MADE expo è stata recepita da subito molto positivamente da parte del nostro staff e degli espositori. A favorire questa partnership anche il format fieristico della manifestazione completamente rinnovato che ci ha restituito fiducia e che bene ha lasciato integrare quello di FEL, dinamico e snello, che permette alle aziende di investire energie sui contenuti tecnici più che sull’immagine.”