COMITATO D'ONORE


Pietro Baratono

Pietro Baratono

Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per la Lombardia e l'Emilia Romagna

L’edizione 2019 del MADE Expo si colloca in un momento cruciale per il rilancio delle “buone” opere edili ed infrastrutturali che possono rappresentare un volano per la ripartenza del Settore e della nostra economia.
L’Edilizia esce da troppi anni di sofferenza; ora si intravede una timida ripresa, ma questa tendenza va sorretta, incoraggiata, rafforzata spingendo in particolare sul pedale della digitalizzazione di tutta la filiera e della semplificazione delle procedure approvative e d’appalto.
La digitalizzazione è una scelta di campo che il Ministero ha ritenuto di percorrere con una certa continuità attraverso vari governi; in particolare il Ministro Toninelli ha inserito la digitalizzazione quale priorità strategica per il nostro Ministero per il 2019. Per questo motivo nelle linee programmatiche del Mit è stata messa in evidenza l’importanza dell’uso del Bim (Building Information Modelling) come strumento innovativo in chiave interoperabile, necessario per lavorare meglio ed in collaborazione con tutti gli operatori del comparto.
Un strumento efficiente utilizzato insieme ad una corretta gestione del processo digitale, prevista nel DM 560/17, grazie al quale gli appalti possono essere più trasparenti e la costruzione di opere pubbliche, ma anche private, più rapida e anche più economica, con il supporto delle norme volontarie EN ISO 19650 ed UNI 11337.
Insomma, una Conoscenza digitale delle nostre opere è direttamente correlata alla sicurezza delle opere stesse e dei cittadini ed è un’occasione per riattivare il settore dell’edilizia creando nuove opportunità di lavoro per i giovani. Oggi si prevedono numerose competenze digitalizzate, quali Operatore Avanzato della Gestione della Modellazione Informativa, Coordinatore dei Flussi Informativi di Commessa, Gestore dei Processi Digitalizzati, Gestore dell’Ambiente di Condivisione dei Dati, vi sono notevoli spazi professionali per tutte le professioni tecniche.
Infine l’innovazione di questo settore è estremamente importante perché conoscere è prevenire, perché la conoscenza consente di elaborare analisi del rischio, di monitorare le opere, di valutare, con metodi e strumenti nuovi, in base all’analisi del rischio, la priorità degli interventi.

SCARICA IL CURRICULUM
Gabriele Buia

Gabriele Buia

Presidente ANCE

MADE expo rappresenta un punto di riferimento per la filiera delle costruzioni: un’occasione per gli operatori per confrontarsi e fare sistema su innovazioni e tecnologie. Il Made ha il merito di focalizzare l’attenzione sugli argomenti più rilevanti del momento, come la rigenerazione urbana e la sicurezza di edifici e territorio. Grazie a un’azione di sensibilizzazione e condivisione di tutti gli attori del grande mondo dell’edilizia, contribuisce, inoltre, a portare avanti istanze e iniziative utili a migliorare la qualità della vita dei cittadini e a valorizzare le competenze e le capacità del miglior Made in Italy.

SCARICA IL CURRICULUM
Roberto Callieri

Roberto Callieri

Presidente FEDERBETON e AITEC

MADE expo 2019 è l’occasione per focalizzarsi sugli assi fondamentali della crescita del Paese: edilizia e infrastrutture. Rappresentano un patrimonio di grande valore e sono motori dello sviluppo economico e sociale del nostro Paese. In particolare le infrastrutture realizzate negli anni del boom economico, ancora attuali, meritano più attenzione di quella che a esse è stata riservata negli ultimi decenni. In questo senso, cemento e calcestruzzo con le loro performance sempre migliori possono contribuire a fare delle nostre infrastrutture ancora una volta il volano della crescita economica e sociale.

SCARICA IL CURRICULUM
Giuseppe Cappochin

Giuseppe Cappochin

Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Dal 2013 il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori Italiani bandisce il Premio Architetto Italiano e Giovane Talento dell’Architettura. Dal 2016 il Premio, coordinato dal Dipartimento promozione della Cultura Architettonica e della Figura dell’Architetto, ha preteso di coinvolgere il più alto numero possibile di architetti, chiamando a raccolta tutti gli iscritti. Di anno in anno il Premio acquista sempre maggior prestigio, tanto che oggi il bando viene scaricato da oltre 1200 professionisti. Si articola in 5 categorie di opere: nuova costruzione, restauro e recupero, allestimento e interni, spazi aperti, infrastrutture e paesaggio e da quest’ultima edizione anche design.
Il Premio, in effetti, è un pretesto per accendere i riflettori sulle capacità dei professionisti italiani, premiando il merito di chi si impegna, con idee, coraggio e progetti, per il futuro dell’architettura. L’intenzione è quella di promuovere la discussione sulla cultura del costruire, portandola all’attenzione del dibattito politico e istituzionale come azione necessaria affinché nasca, anche in Italia, la consapevolezza dell’importanza delle tematiche legate allo spazio di vita, tematica che necessita urgentemente di un corretto inquadramento normativo come avviene in quasi tutto il resto d’Europa. Al Premio pervengono ogni anno moltissimi progetti che, con diverse caratteristiche, hanno come denominatore comune la qualità dell’approccio progettuale. Il Premio Architetto Italiano, però, non è una semplice gara ma una richiesta di contributo culturale da parte di ogni architetto, invitato ad esprimere, col proprio progetto, la scelta di responsabilità del suo operato.
Con questo presupposto il Consiglio Nazionale, ha editato YearBook, all’interno del quale sono stati inseriti gli architetti italiani che hanno espresso quel tipo di approccio. Yearbook, ormai giunto alla terza edizione, è quindi una raccolta di identità che rappresenta non solo un risultato, ma un modo di lavorare in rapporto alla complessità di ogni singolo progetto di architettura. Questa pubblicazione, editata annualmente, ha l’ambizione di trasformarsi in una delle più complete raccolte di lavori di architetti italiani a livello internazionale, attraverso una rete di segnalazioni capillare.
Il valore del Premio, delle mostre correlate e della sua pubblicazione, sta nell’essere testimonianza, verso le Istituzioni, la committenza, le comunità internazionali, della qualità progettuale, che deve diventare la scelta obbligata della collettività, in Italia e all’estero, per lo sviluppo di territori complessi e il superamento dei disagi sociali e urbani.
Il Consiglio Nazionale attraverso i Premi, le mostre e Yearbook vuole contribuire in modo fondamentale al riconoscimento pubblico della centralità dell’Architettura per il miglioramento della vita quotidiana collettiva, in cui l’architetto risulti l’indispensabile operatore delle trasformazioni necessarie.

SCARICA IL CURRICULUM
Adriano Castagnone

Adriano Castagnone

Presidente Assobim


Come ASSOBIM siamo consapevoli delle oggettive difficoltà che il cambiamento per l’introduzione del BIM pone in un sistema consolidato e tradizionale come quello dell’edilizia e delle infrastrutture, ma siamo anche fermamente convinti che per assicurare un esito positivo al processo evolutivo richiesto, sia necessaria la diffusione delle conoscenze e della cultura sul tema.
Non possiamo, quindi, non accogliere favorevolmente iniziative come il MADE che contribuiscono allo sviluppo del settore mettendo a disposizione il bagaglio di esperienza acquisito del nostro Comitato Scientifico e dai nostri Associati.

SCARICA IL CURRICULUM
Guido Farè

Guido Farè

Presidente UNICMI

MADE expo 2019 non rappresenterà soltanto la più qualificata manifestazione fieristica italiana dedicata all’edilizia e ai prodotti delle costruzioni, ma anche il luogo qualificato in cui industria, progettisti, committenza e Istituzioni faranno il punto sulle novità e le tendenze che caratterizzeranno il mercato nell’immediato futuro e si confronteranno sulle tematiche di attualità che determineranno l’edilizia dei prossimi anni, a partire dalla certificazione della qualità in tutti i processi produttivi e di installazione.
Novità e tendenze che caratterizzeranno, nello specifico, anche tutti gli stand espositivi delle aziende dell’involucro edilizio, dei serramenti e delle costruzioni metalliche.

SCARICA IL CURRICULUM
Carlo Maria Ferro

Carlo Maria Ferro

Presidente ICE-Agenzia

MADE expo, giunta quest’anno alla sua nona edizione, si sta sempre più consolidando quale evento di riferimento per il settore delle costruzioni e dell’innovazione nell’architettura, nonché trampolino di lancio per l'internazionalizzazione delle aziende italiane del settore. E’ quindi con grande fiducia che l'Agenzia ICE, anche per l’edizione 2019, ha rinnovato la sua collaborazione con FederlegnoArredo e MADE Expo, a beneficio di una promozione del Made in Italy mirata e coordinata sui mercati esteri, ancor meglio quanto più sarà mirata ai giovani e alle nuove iniziative imprenditoriali.
La mia presenza in questo Comitato Scientifico d'Onore testimonia questa alleanza, con l'obiettivo comune di sostenere la competitività dell'Italia sui mercati di tutto il mondo e ampliare il numero d imprese, di ogni dimensione, che si affacciano sui mercati esteri.

SCARICA IL CURRICULUM
Claudio Guasco

Claudio Guasco

Presidente Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati

MADE expo rappresenta un punto di riferimento fondamentale per una categoria come quella dei periti industriali che racchiude al suo interno un’amalgama di competenze e specializzazioni. Nei nostri Albi, infatti, sono presenti sia progettisti edili che hanno il mattone nel loro DNA, che impiantisti che ricercano prodotti e soluzioni tecniche e tecnologiche innovative. MADE expo rappresenta, quindi, un’occasione per scambiare idee, confrontarsi con le diverse realtà presenti e cercare le soluzioni più originali e alternative per la nostra professione.

SCARICA IL CURRICULUM
Laura Michelini

Laura Michelini

Presidente ANFIT

MADE expo è un riferimento per tutto il settore delle costruzioni e una piattaforma di incontro privilegiata tra aziende, architetti, ingegneri, progettisti, serramentisti, imprese di costruzione e rivenditori.
Sarà un momento importante anche per agire in difesa degli interessi di tutto il comparto del serramento. Dobbiamo cercare di per poter eliminare la ritenuta d’acconto dell’8%, riportare al 65% le detrazioni fiscali per la sostituzione di infissi e schermature solari ma soprattutto far si che le detrazioni vengano confermate con validità di minimo tre anni per permettere alle aziende di investire con tranquillità.
Il nostro impegno è quello di comunicare al consumatore la qualità del prodotto e del servizio con il Marchio Posa Qualità Serramenti.

SCARICA IL CURRICULUM
Emanuele Orsini

Emanuele Orsini

Presidente FederlegnoArredo

Il Gruppo FederlegnoArredo è impegnato a rafforzare il ruolo di MADE expo come manifestazione di riferimento nazionale e internazionale per la qualità dell’abitare e l’innovazione in edilizia. Siamo già proiettati al 2021, anno in cui la manifestazione affronterà i temi e gli sviluppi relativi a sostenibilità e vivibilità, elementi sempre più centrali nell’evoluzione e nella programmazione di territori, città, singoli edifici e ambienti in cui viviamo e lavoriamo.

SCARICA IL CURRICULUM
Ermete Realacci

Ermete Realacci

Presidente SYMBOLA

MADE expo è una prestigiosa vetrina per il made in Italy e una straordinaria occasione per registrare i punti di forza di alcuni settori strategici della nostra economia. Un salone di grande importanza, dove si incrociano la qualità, i talenti, l’innovazione, la sostenibilità e la bellezza tipici dei prodotti italiani. Un appuntamento che nel 2019 torna a mettere in rete le migliori professionalità ed energia della filiera di una nuova edilizia, legata alla rigenerazione, alla riqualificazione energetica, alla sicurezza, al futuro.

SCARICA IL CURRICULUM
Ferruccio Resta

Ferruccio Resta

Rettore Politecnico di Milano

Anche in questa edizione MADE expo rinnova la sua vocazione ad essere un punto d’incontro privilegiato tra ricerca e industria su un tema centrale, quello del costruito. Da esso dipende la qualità degli ambienti in cui viviamo e degli spazi che occuperemo in futuro. Un tema protagonista delle città e delle infrastrutture, che crescono e rispondono a nuove esigenze, così come di un’università, il Politecnico di Milano, che sta al passo con la trasformazione.

SCARICA IL CURRICULUM
Guido Saracco

Guido Saracco

Rettore Politecnico di Torino

Il padiglione SAM4Care (Smart Advanced Modelling for Care), all’interno dell’area espositiva BuildSMART del MADE expo 2019, vedrà un susseguirsi di soluzioni legate all’ambito sanitario che utilizzano la Realtà Virtuale come esperienza esplorativa/conoscitiva per la progettazione degli spazi ospedalieri e/o per la riabilitazione motoria. In questo contesto si inserisce il progetto CANP (La Casa nel Parco), finanziato dalla Regione Piemonte su fondi europei, che ha come obiettivo principale l’ospedalizzazione a domicilio, integrando applicazioni ICT nella gestione dei processi sanitari agevolando l’accessibilità delle informazioni.

SCARICA IL CURRICULUM
Maurizio Savoncelli

Maurizio Savoncelli

Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati

Ad ogni edizione la più vasta platea dei visitatori di MADE expo (circa il 35%) è composta da progettisti, in prevalenza architetti, ingegneri, geometri. Un dato che certifica la volontà di operatori e professionisti di confrontarsi sui temi della sicurezza, dell’innovazione e della sostenibilità, della riqualificazione urbana, dell’efficienza e del risparmio energetico, del comfort e della salubrità abitativa. Da questi temi passano le sfide cruciali per il settore edilizio, per l’economia italiana, per il Paese.

SCARICA IL CURRICULUM
Massimo Sessa

Massimo Sessa

Presidente Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici_ II Sezione

MADE expo quale riferimento per la realtà del sistema delle costruzioni, rappresenta per gli operatori un momento di confronto e di opportunità per venire a conoscenza di particolari innovazioni nonché dell’impatto delle nuove tecnologie.
MADE expo contribuisce attraverso i dibattiti a rendere costruttivo il confronto tra gli operatori sulla base delle diverse esperienze maturate.

SCARICA IL CURRICULUM
Federico Testa

Federico Testa

Presidente Enea

Il trasferimento di tecnologie innovative e servizi avanzati per accrescere la sostenibilità e la competitività delle imprese è uno degli obiettivi prioritari dell’ENEA. Ciò acquisisce un particolare valore rispetto ad un comparto strategico come le costruzioni per il quale siamo impegnati su numerosi fronti, dall’efficienza energetica, alla sicurezza sismica, dai nuovi materiali alla ristrutturazione del parco edilizio, tematiche sulle quali MADE expo è un riferimento di grande rilievo.

SCARICA IL CURRICULUM
Armando Zambrano

Armando Zambrano

Presidente Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Progettare, ricostruire, recuperare. Attraverso queste attività si sviluppa l'intero processo della filiera delle costruzioni ed è su questi concetti che si basa il rilancio, anche economico, del Paese. I 4 saloni di MADE expo rappresentano uno spazio in cui i protagonisti di questo processo si confrontano e collaborano all'insegna della multidisciplinarietà

SCARICA IL CURRICULUM