PROGETTARE CON LA LUCE

Luce naturale e luce artificiale

Venerdì 15/03/2019 | Ore 09.30

Padiglione/i 4 F15 - H20 BSMART! Involucro

Organizzato da MADE expo e Agorà


Crediti formativi

CON LA PARTECIPAZIONE E GLI INTERVENTI DI:
(in ordine alfabetico)

  • Nicola Brambilla
    Architetto, Studio Hypnos
  • Cinzia Ferrara
    Lighting designer, founder Ferrara Palladino lightscape
  • Matteo Fiore
    Lighting designer
  • Erika Galdi
    Architetto VELUX Italia
  • Ico Migliore
    Architetto, Migliore+Servetto Architects 


CONDUCE:

  • Carla De Meo
    Giornalista

 

CREDITI FORMATIVI:

ARCHITETTI 2 cfp | INGEGNERI 2 cfp | GEOMETRI 1 cfp | GEOLOGI art. 7 comma 10 Regolamento per la formazione professionale continua dei geologi

 

 

Luce e colore. Due elementi chiave della progettazione dello spazio, che in passato spesso venivano considerati semplicemente un “di più”, caratteristiche solo estetiche e comunque di inferiore importanza rispetto ad altri elementi, mentre oggi si impongono quali aspetti fondamentali nella progettazione dell’edificio, ed entrano a pieno titolo, fin dalla fase progettuale, nella definizione della struttura architettonica: strettamente coordinati con la scelta dei materiali, essi interagiscono nella creazione del comfort ambientale.

Luce e colore prendono forma nell’intonaco che, come una tela, accoglie le sfumature del loro incontro nelle varie ore della giornata, quando l’illuminazione diurna naturale e quella notturna artificiale si combinano insieme ai colori dei nostri ambienti di vita, per accordarsi alle nostre attività, esigenze, stati d’animo. In una parola per creare il giusto comfort dei nostri ambienti.

Determinante in tal senso il ruolo del progettista. Sebbene non esista nessuna normativa che stabilisca gli standard di colorazione o di illuminazione per gli ambienti domestici e non, il progettista diventa il promotore della progettazione di uno spazio che non deve soddisfare solo esigenze funzionali ed estetiche, ma anche quelle del comfort psicofisico di chi tale spazio abita. Il progettista deve dunque necessariamente, e sin dal progetto iniziale, tenere in considerazione luce e colore.

Ne parliamo in un incontro tecnico, in cui verranno affrontate e descritte le scelte ottimali per la valorizzazione degli spazi sia dal punto di vista del colore, sia da quello dell’illuminazione; l’illustrazione di diversi obiettivi progettuali e differenti tipologie di ambiente e funzioni permetterà di porre al centro dell’analisi le infinite possibilità oggi disponibili per il professionista che intenda progettare e realizzare ambienti interni o esterni, pubblici o privati, capaci di sfruttare al meglio materiali, colori, luci, in vista degli obiettivi prioritari del comfort e della sostenibilità.