L'edilizia cerca nuove frontiere: MADE expo in Iran

Si è conclusa con un saldo decisamente positivo la missione commerciale in Iran di MADE expo


Dal 17 al 19 luglio a Teheran MADE expo ha presentato e promosso il suo format fieristico e il valore dei suoi espositori agli operatori del settore: studi di ingegneria, developer, studi di architettura, importatori focalizzati sui prodotti italiani.

L'Iran è un Paese in grande fermento costruttivo, su tutti i fronti: infrastrutturale, residenziale ed alberghiero. Un mercato in espansione per il made in Italy e per le aziende interessate ad investire in Medio Oriente. Pur trattandosi ancora di un'area di business dai numeri ancora piccoli, molti segnali dicono di un mercato dalle buone potenzialità, destinato probabilmente ad affermarsi tra i Paesi di export rilevanti nel futuro.

La missione di business a Teheran è stata anche l'occasione di sviluppare le già buone relazioni con le istituzioni e i rappresentanti delle associazioni locali di settore. Il presidente MADE expo, Roberto Snaidero, e il direttore generale della manifestazione, Giovanni Grassi, hanno incontrato rappresentanti del Ministero dell'Industria e del Commercio, del Ministero del Turismo e del dipartimento responsabile dello sviluppo delle nuove città metropolitane (30 "new town" tra già costruite e in fase di pianificazione), oltre alle principali società di riferimento nel settore contract.

La tre giorni iraniana si è conclusa con un evento ospitato dall'Ambasciata Italiana a Teheran, cui ha partecipato una selezione di rappresentanti del settore governativo, bancario e imprenditoriale.