News

25 giugno 2012

Annunciati i finalisti del Premio Medaglia D'Oro all'Architettura Italiana

La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con MADE expo annuncia i finalisti del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana.

La giuria, composta da Ennio Brion (presidente), Cecilia Bolognesi, Ole Bouman, Alberto Ferlenga, Massimiliano Fuksas, Fulvio Irace, Luca Molinari, si è riunita il 20 giugno scorso e ha scelto i finalisti del Premio Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana che verranno premiati il 16 ottobre prossimo.Il Premio, che ha cadenza triennale, è ripartito in Medaglia d'Oro all'opera, Premio Speciale all'opera prima, Premio Speciale alla committenza, Premio Speciale alla ricerca.

Sono, inoltre, previste sei Menzioni d'Onore relative ad altrettante sezioni del costruire: Nuovi edifici, Parchi e giardini, Infrastrutture, Riconversione e restauro, Architettura ed emergenza, Architettura, progettazione e futuro.

La giuria ha inoltre deliberato di assegnare tre Medaglie d'Oro alla Carriera a Gae Aulenti, Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, Vittorio Gregotti.

“I progetti pervenuti alla giuria della Medaglia d'Oro – spiega l'architetto Cecilia Bolognesihanno felicemente offerto ai suoi membri un panorama produttivo ad ampio spettro tematico e geografico di grande valore. Il messaggio contenuto nell'insieme di ciò che è pervenuto al tavolo è stato chiaro: le generazioni di professionisti presenti nel nostro paese, che stanno cercando di costruirlo a dispetto di tutte le difficoltà, riservano con caparbietà ancora il desiderio e la capacità di emozionare con architetture di gusto contemporaneo ma non effimero, ben radicate nel  territorio. Architetture contemporanee senza essere fuggevoli, collocate spesso in provincia ma anche in luoghi straordinariamente evocativi, mai scontate eppure neanche mai capriccio momentaneo: una produzione di progetti che ci libera da qualsiasi sudditanza straniera e ci pone nel panorama europeo come élite potenzialmente capace di esportare prodotti di ingegno, come le architetture di qualità. Gli esempi arrivati narrano di una qualità edilizia legata al vivere quotidiano ed alla residenza mediamente più matura, finalmente in avvicinamento ai materiali sostenibili dove il legno fa un ingresso ampiamente rinnovato per gli utilizzi nel campo della costruzione. Accanto agli esempi legati al quotidiano piccoli episodi di rara eleganza, ma anche episodi maggiori dove la committenza ha svolto un ruolo fondamentale. Grandi ma importanti committenti pubblici, al pari di imprenditori privati hanno assunto in molti casi la responsabilità di una domanda per un prodotto di alta qualità dove l'architettura ha saputo premiare chi la considera essere a ragione, tra tutti i suoi ruoli, il migliore mezzo comunicativo contemporaneo”.

Finalisti Premio Medaglia Oro Architettura Italiana.pdf


Indietro


Per essere sempre informato sulle news che riguardano MADE expo: iscriviti alla Newsletter