Rigenerazione e riqualificazione urbana

CITTÀ IN TRASFORMAZIONE. RIQUALIFICARE E RINNOVARE


Nei prossimi anni cittadini, amministrazioni e progettisti saranno coinvolti in una grande sfida: realizzare piani di rigenerazione urbana che puntino ad arrestare il consumo di suolo e a trasformare zone già urbanizzate.


In Italia la struttura urbana è costituita da circa 120 milioni di vani. Di questi, 30 milioni sono costituiti da edifici “storici” e sottoposti a tutela.

Circa 90 milioni sono invece i fabbricati che costituiscono gran parte delle periferie urbane, spesso caratterizzati da scarsa qualità architettonica e costruttiva e, generalmente, privi di requisiti antisismici.

 

La grande sfida dei prossimi anni sarà quella di realizzare un piano di rigenerazione urbana che punti ad arrestare il consumo di suolo e a trasformare zone già urbanizzate (ad esempio gli ex-scali ferroviari nelle grandi città) in aree di aggregazione, servizi e parchi urbani. Già attuate in altri Paesi, queste innovative politiche urbanistiche hanno dato un contribuito fondamentale alla riqualificazione del capitale sociale delle periferie.


La sostenibilità ambientale, sociale ed economica è oggi – come emerge dall’Osservatorio MADE expo - un prerequisito della progettazione a tutti i livelli. Efficienza energetica, uso intelligente di materiali e risorse, attenzione alla qualità della vita e del contesto ambientale e sociale in cui un progetto si inserisce, possono considerarsi i dati strutturali di ogni “buona” architettura. Dagli elementi naturali integrati nelle strutture che regolano il microclima e ne ottimizzano i consumi, agli edifici autosufficienti fino all’uso di fonti energetiche rinnovabili e materiali riciclati. Lungi dall’essere un tema tra tanti, la sostenibilità è un modo di pensare e progettare che risponde a un’istanza sociale dominate- E rappresenta la direzione in cui si stanno muovendo istituzioni e municipalità rispetto al disegno ella visione del futuro paesaggio delle città.

I residenti, inoltre, potranno accedere a un servizio annuale di assistenza tecnica per i loro mezzi di trasporto, a un abbonamento al servizio di bike-sharing, avranno a disposizione biciclette per gli ospiti e l’accesso al car-sharing nel caso in cui necessitassero di un’automobile.